Nisida

Nisida

lunedì 6 dicembre 2010

NEAPOLITAN PRIDE

Condivido pienamente quanto scritto da Erri De Luca

Una Falsa classifica

Il Sole 24 ore pubblica una statistica sulla qualità della vita secondo la quale Napoli è all'ultimo posto. Ignoro i criteri di valutazione ma dubito che siano adeguati allo scopo. C'è qualità di vita in una città che vive anche di notte, con bar, negozi, locali aperti e frequentati, a differenza di molte città che alle nove di sera sono deserte senza coprifuoco. Qualità della vita poter mangiare ovunque cose squisite e semplici a prezzi bassi, che altrove sarebbero irreali. Qualità di vita il vento che spazza il golfo dai quattro punti cardinali e fa l'aria leggera. Qualità di vita la cortesia e il sorriso entrando in un negozio, la musica per strada. Qualità di vita il mare che si aggira nella stanza del golfo tra Capri, Sorrento e Posillipo. Qualità di vita la storia che affiora dappertutto. Qualità di vita la geografia che consola a prima vista e qualità di vita l'ironia diffusa che permette di accogliere queste graduatorie con:" Faciteme 'o piacere". Per consiglio, nelle prossime statistiche eliminate Napoli, è troppo fuori scala, esagerata, per poterla misurare.

28 commenti:

  1. Ho idea che la cosa sia propedeutica ad un passaggio di consegne al comune... Mi sa che la Carfagna sindaco non te la leva nessuno!

    RispondiElimina
  2. mi sa che la Carfagna s'è sunnata 'o tramm elettrico. Cosentino ha già parlato da tempo e ha detto: Fulvio Martusciello

    RispondiElimina
  3. voglio dire, la scrofagna dio ce ne scansi e liberi...però gli ultimi due non è che lascino un bellissimo ricordo...siamo franchi.

    comunque a Napoli, tutt' appost.

    http://www.youtube.com/watch?v=VM5z59njC0c

    Riguardo alla classifica...è meritato il nostro posto.

    lo dico con dolore. Ma quale aria leggera? io vedo smog...

    RispondiElimina
  4. topgun, quei tre andrebbero legati a fascetto e messi direttamente a Taverna del Re, nun pazziammo. Vedremo in quanti si scanneranno per beccarsi la poltrona di sindaco. Dicevo che per ora l'ultima parola ce l'ha Cosentino, visto che la Carfagna ci ha pure fatto pace.

    Circa la posizione in classifica, a parte il lirismo di Erri, io vorrei capire quali sono le prerogative che fanno classifica. A me non pare che Trento e Bolzano siano questi paradisi in terra. E pure Roma che risale 25 posti mi pare un poco sospetta. E' la cura Alemanno? A me non pare che Roma sia migliorata nel dopoVeltroni. A parte Napoli, che basterebbe la monnezza a precipitarci nei numeri negativi, non viene da pensare che è cominciata la campagna elettorale?
    E che stiamo in attesa del Messia che ci salverà?

    RispondiElimina
  5. Forse la campagna elettorale è cominciata.

    Però le cose negative, sono lì da molto prima della campagna elettorale.

     

    Siamo d'accordo, è difficile individuare dei criteri oggettivi.

    Ma ripeto, se la si guarda senza gli occhi dell'amore, con il filtro del romanticismo, Napoli non può che non occupare il posto che occupa.

     

    Vogliamo parlare di viabilità? di vivibilità? di qualità dell'aria?

    Purtroppo Napoli ha dei problemi che coinvolgono le esigenze vitali dei cittadini.
    Locali, bar, buon cibo, ok. Ma questo non basta...

    Sono triste, arrabbiato e costernato.

    RispondiElimina
  6. io in pratica mi trovo a vivere tra Napoli, Roma e Soriano nel Cimino. A parte Soriano che mi viene la depressione, in teoria dovrebbe essere un posto felice, fanno persino la differenziata.... Per Roma è diverso, i trasporti funzionano abbastanza, le strade sono pulite, ma c'è un traffico folle a tutte le ore e il raccordo è un tappeto di macchine. Le strade sono piene di buche e il Tevere d'inverno dà il cardopalma. 
    Io credo che cmq le grandi città hanno grossi problemi, come si fa a confrontare città che hanno un congruo numero di abitanti ad altre che vanno da uno a due milioni di abitanti?
    Per noi purtroppo ci sono camorra, malaffare e politica che hanno approfittato e fatto man bassa e noi non siamo stati capaci di arginare niente di tutto questo. 
    E' evidente che se la Regione non ha i soldi, taglia le spese e quindi se ne vanno a puttane ulteriormente Sanità e Trasporti, anche se bisogna riconoscere che spesso negli ospedali sono costretti a fare l'impossibile.
    Altro sport nazionale è dare la colpa ai napoletani: non fanno la differenziata. >Bene, io sono almeno 15 anni che la faccio (e mi sento sempre più cretina), pur assistendo al solito camion che nottetempo carica tutto indifferenziatamente.
    Quando ho chiesto conto di questo ai rappresentanti della municipalità hanno detto che serviva ad educarci? Capito? Educarci. No, ho detto, a prenderci per i coglioni!

    RispondiElimina
  7. Rien, non ti posso dare su nessun punto, soprattutto su quelli soggettivi riguardo a Soriano che ti fa venire la depressione.
     

    Però per dire, le classifiche si fanno seguendo parametri oggettivi.

    Traffico, qualità dell'aria ed altre "grandezze" quantitativamente misurabili.


     

    Ti posso dire, io che non sono un grande esperto di calcio, che vivere in una città attualmente piena di rifiuti, con lo smog e tutti i problemi noti ma che alla fine di una aprtita vinta al 95° minuto ESPLODE letteramente con botti, urla e trombe che suonano è un piacere.
     

    Ti senti vivo, partecipe. E' divertente spiegare questa cosa agli stranieri che sono in visita qui.

    Ma è questo un parametro oggettivo?
    A Soriano ed a Bolzano non si sparano  i tracchi per una semplice vittoria del Napoli.
    ma non è con le vittorie del Napoli che si misura la qualità della vita.

    Sper di essermi espresso bene, e che la metafora del Napoli sia calzante.

    RispondiElimina
  8. vabbè, pure a Roma se ne fidano di combinare con la Lazio e la Roma. A Bolzano invece si scannavano per l'hockey su ghiaccio.
    Ultimamente a mio figlio che vive a Roma hanno sfasciato il tergicristallo posteriore perchè aveva sul lunotto un cuscino giallo rosso (ed era un cuscino comprato a Stoccolma con una renna). 
    Stasera il mio rione ha sì gioito ma niente botti e trombe, se li conservano per capodanno.

    Chissà se nei parametri ci mettono pure il razzismo, che quello almeno è un punto a nostro favore.

    RispondiElimina
  9. non ti posso dare torto* scusa, stasera scrivo come il rincoglionito che sono :D

    RispondiElimina
  10. I parametri sono molto legati all'economia, quindi ai servizi e al tenore di vita. Poi c'è il tempo libero ( e a Bolzano ti spari)
    Comunque in queste graduatorie del cavolo  le città piccole, soprattutto del nord, sono avvantaggiate per ovvi motivi.
    De Luca  paradossalmente  non ha torto non si possono confrontare grandezze così diverse.
    Poi è questione di gusti, io preferisco la metropoli, più è tentacolare e più mi piace, più è una sfida viverci e più mi diverto.Altri preferiranno la pace (eterna) del Trentino.
    ( ma come cavolo si fa, colori a parte, a tenere un cuscino con le renne in macchina?)

    RispondiElimina
  11. hai sintetizzato bene.
    Per te nel tempo libero a Bolzano ti spari, però l'aria è più pulita, si vive meglio e forse si mangia meglio.

    e questo conta su una classifica come quella.

    Certo, non diranno mai "Il Bolzanese" s' fa sicc' ma nu mor' :D
    Ripeto, ognuno di noi ha il suo punto di vista e le sue preferenze Soggettive, ma per stilare una classifica non si può che fissare dei punti oggettivi che inevitabilmente, tralasceranno qualche aspetto.
     

    Salerno appunto, è più piccola e piu gestibile.

    E' una città più piccola ed andrebbe confrontata con città di pari grandezza ok.
    Però c'è un dato di fatto, un Salernitano magari(forse) vive meglio (perché salerno è più piccola...ecc. ecc. ecc. e ripartiamo in loop però :D  )

    RispondiElimina
  12. vabbè ho capito, forse ha ragione mio marito che vorrebbe andarsene a vivere in campagna, ma io non ce la faccio.
    Io sono come Sedlex, ho bisogno del casino quotidiano, di respirare una bella boccata di smog appena alzata e non ci mettiamo 'o sole (che tanto qua va fujenno) 'o mare e 'o mandulino.
    Tra l'altro a me in campagna vengono i ponfi e scopro ogni volta nuove allergie. Odio a morte le mosche cavalline e le zanzare supertigre e sono stufa di fare tennis con i pipistrelli in casa.
    Insomma io farei a cambio ma con un'altra città bella grande, con meno monnezza e pari bellezze. Sono irrecuperabile, c'aggia fà.

    RispondiElimina
  13. il cuscino con le renne fu sconsigliato da suo padre che, notandolo, gli disse che ricordava i colori della Roma. Ma si sa, i giovani tanto prendono provvedimenti quando ci sbattono il naso (l'ha levato il cuscino).
    Santa Chiara e 'e porte 'e fierro sono sempre d'attualità.

    RispondiElimina
  14. Non sono d'accordo Jene. Napoli é una cittá interessante con alcune potenzialtá, ma oggettivamente nel resto del mondo c'é di meglio. Basta girare un pochino per rendersene conto. Le cose che elenca de Luca non sono male, ma alla fine il gioco non vale la candela. E ci sono bei panorami ovunque, il mare lo trovi in mezzo mondo, ed il buon cibo alla fine se cerchi lo trovi (quasi) ovunque.

    RispondiElimina
  15. Il reddito pro capite può non avere lo stesso valore, tra città e città,  se per esempio mancano i servizi.
    E del resto che me ne faccio dei soldi se non ho cinema, teatri, librerie auditorium dove spenderli ?
    E poi attrezzare una città come Roma o come Napoli è più difficile che far funzionare l'ambulatorio, l'ospedale, la scuola o il tram a Bolzano.
    Insomma per fare un esempio, Roma  ha 20 e passa Bolzano da governare, corrispondenti ai vari Municipi.
    Come vedi anche i parametri più oggettivi vanno a farsi benedire  se le grandezze a confronto sono disomogenee.
    Quanto all'aria pulita, io non ci credo o meglio  : sarà più pulita quella di montagna ma escludo che al mondo ci siano zone franche dall'inquinamento. E se il prezzo di respirare pulito è prendere la macchina per andare a teatro nella città più vicina, tanto vale che mi tenga l'inquinamento...che peraltro mi tiro comunque appresso perchè fumo. In compenso parlo tedesco. A Bozen potrei comunicare con  gl'indigeni....

    RispondiElimina
  16. utente anonimo7 dicembre 2010 17:14

    Voglio lasciare da parte i criteri oggettivi.
    Mi manca Napoli, mi manca tanto che quando ci torno (di rado) gli occhi mi diventano lucidi e mi si stringe la gola appena scorgo la sagoma del Vesuvio.
     Mi manca la Vita di questa  città splendida. 
    L'ho lasciata da ragazzina, appena trent'anni fa..... 
    Carla

     

    RispondiElimina
  17. Carla, non credo che in trent'anni ci siano stati sostanziali cambiamenti, Napoli + più o meno sempre quella. Che ci manca quando siamo via e che ci fa incazzare quando torniamo e troviamo il solito bordello di traffico, i furbi che si infilano e via col vento. Ma è la nostra città e non possiamo farci niente, la amiamo e la odiamo allo stesso tempo.

    Gatto, mica ho detto che è la meglio città del mondo.
    Vorrei solo precisare che ci hanno rotto li coglioni.
    Già da tempo andiamo proclamando: lasciateci perdere ma niente, ci tirano sempre in ballo per classifiche del saciccio.

    RispondiElimina
  18. Ma sai Jenè, quando parli con un napoletano inizia con questa solfa ritrita che è il posto più bello del mondo, che niente é come Napoli etc... Ma dove? Ma lo avete mai girato il mondo mi dico, e quante bellezze molto meglio di Napoli ci sono? Io saró un figlio ingrato, ma a me Napoli non manca mai ed ogni volta che ci torno ringrazio il cielo che non ci vivo più. Ovviamente queste sono le mie idee, ognuno può pensarla come vuole.

    RispondiElimina
  19. vabbè... la sindrome di mario merola purtroppo è sempre viva.
    Io i problemi li vedo nel quotidiano e ne scrivo parecchio anche qui. Questo non toglie che Napoli e dintorni siano tra i luoghi più belli esistenti e noi non abbiamo alcun merito per questo, anzi. Stiamo facendo del nostro meglio per distruggerlo, coadiuvati da questo governo che dice senza vergogna che con la cultura non si mangia.
    Di contralto cerco di convincere mio figlio a mollare un po' di radici e vivere la città in cui gli è capitato di vivere., per ora. Domani poi, chissà. Il futuro è sulle ginocchia degli Dei.

    RispondiElimina
  20. utente anonimo9 dicembre 2010 14:50

    le mie non sono malinconie "neo melodiche", certo il mio lavoro non mi porta a  girare il mondo come capita a gatto,  viaggio per turismo e viaggio anche frequentemente, ma ciò che mi manca di napoli, oltre alle bellezze innegabili, è la vitalità della gente.  Lo so che c'è anche l'arroganza, la maleducazione, la mancanza di senso civico e di rispetto.... ma io faccio il confronto con la città  dove vivo, sempre in italia sono, quindi la furbizia, la maleducazione ecc ci sono anche qui, forse in maniera meno appariscenti, ma ci sono. Ma c'è anche "piattume",  totale disinteresse per gli altri, mancanzaa di sorriso, di simpatia. e poi manca la "creanza".
    Bellissima parola che ho insegnato alle mie figlie.
    carla

    RispondiElimina
  21. io penso sempre a mia sorella, che ci ha lasciati 4 anni fa. Viveva in provincia di Pistoia avendo sposato un toscano, ma in 30 anni circa non era riuscita a fare amicizia con nessuno (e lei era una persona molto socievole). Aveva una sola amica, avevano lavorato assieme, ma viveva piuttosto lontano da lei.
    E' questo che spaventa, la difficoltà dei rapporti. Ma penso che piano piano ci stiamo arrivando anche noi.

    RispondiElimina
  22. http://www.youtube.com/watch?v=6F1yBI2-wf4

    Rien,

    ce l'è vulut' tu! :D

    RispondiElimina
  23. uè, Topgun, nun fa accussì che ti seppellisco di Trash Doc, ossà  :-D
    Una mia amica ha appena completato una compilation di Toni Tammaro e Federico Salvatore, che dopo ci vuole solo la bandiera bianca.

    RispondiElimina
  24. Se manca Frank Tellina, non è una vera compilation trash.

    RispondiElimina
  25. per gatto solitario: Napoli non ti manca? tu non manchi a noi, sicuramente. Troppo comodo "scappare" senza aver fatto nulla per provare a migliorare questa città! Tu cosa hai fatto per provarci? illuminaci tutti. Comunque sia, tu non ci manchi e a noi importa solo questo! salutaci la scandinavia, Finchè andrà via gente come te, Napoli ha speranze!c Saluti. Judit

    RispondiElimina
  26. vorrei aggiungere, a scanso di equivoci, che ho girato, e giro, il mondo intero. Il mondo lo conosco bene. Saluti

    RispondiElimina