Nisida

Nisida

mercoledì 11 agosto 2010

LA NOTTE DI SAN LORENZO

Ieri sera uscimmo a riveder le stelle. Tale almeno era la nostra intenzione, ma nonostante fossimo rimasti a naso all’aria per un bel po’ in direzione delle Perseidi, non s’è vista neanche una stella cadente.
Stelle tante, che in campagna al buio si vedono benissimo (anche tanti aerei che luccicavano intermittenti) ma niente da fare, non cadeva niente.
Il cielo era tutto limpido, solo a nord una fascia di nuvole biancastre basse, facevano da sipario e quindi se sono cadute noi non le abbiamo viste.
Molti anni fa eravamo a Bomerano, frazione di Agerola. Sdraiati in giardino, occhi verso il cielo, vedemmo una quantità indescrivibile di scie, così veloci da non dare il tempo di esprimere desideri. Il figlio era piccolo allora e faceva una confusione indescrivibile perché ne vedeva molte più di noi.
Riproviamo stasera ma non promette nulla di buono. Il cielo si è coperto di nuvole nere, in lontananza brontola un temporale e fa un caldo che sembra un forno. Per non parlare della cecagna, con la D.M. che si informa in che direzione deve guardare.
 

3 commenti:

  1. Che sole, che sole,/
    che sole cucente!//

    E chi vò' fá niente?/
    E chi pò fá niente?!//

    Che bella canzone/
    ca sona 'o pianino.../
    Mo 'nzerr''o barcone/
    pe' nun 'a sentí...//

    Che bella figliola/
    ca passa p''o vico.../
    Mo 'a chiammo e lle dico:/
    "Volete salí!?"//

    No, no,...cu stu sole,/
    stu sole cucente,/
    nun voglio fá niente.../
    Nun voglio fá niente!//

    Ma, dint''a cuntrora,/
    che caldo se sente!...//

    E chi vò' fá niente?/
    E chi pò fá niente?!//

    Mo piglio, mme spoglio,/
    mme 'nfilo 'int''o lietto,/
    mme leggo nu foglio,/
    mme metto a fumá...//

    Ma 'a cámmera 'e lietto/
    sta troppo luntano.../
    Cchiù meglio 'o divano:/
    Nu passo e stó' llá!...//

    Ma, dint''a cuntrora,/
    che caldo se sente!.../
    Nun voglio fá niente!.../
    Nun voglio fá niente!//

    Che luna, che luna,/
    che luna lucente!//

    E chi vò' fá niente?/
    E chi pò fá niente?...//

    Mo arrivo â Turretta,/
    po' torno p''a villa.../
    Va buó', nun dá retta/
    mme scoccio 'e vestí...//

    Che bella canzone/
    tenevo p''e mmane.../
    mo veco, dimane,/
    si 'a pòzzo ferní...//

    Pecché cu 'sta luna,/
    'sta luna lucente,/
    nun voglio fá niente.../
    Nun voglio fá niente!

    RispondiElimina
  2. Ho sbagliato post, volevo inserirlo in Anto' fà caldo e non c'ho azzeccato.

    RispondiElimina
  3. Ah questo amore splendido.....

    RispondiElimina