Nisida

Nisida

martedì 24 agosto 2010

BYE BYE TELEPASS

In questi ultimi due mesi che abbiamo fatto su e giù per la penisola ci siamo accorti che le file ai caselli sono quasi sparite, tranne ovviamente nei giorni neri che lì a momenti c'è fila anche al Telepass.
Noi di solito si viaggia lungo le autostrade con la Viacard prepagata, dato che non siamo grandi viaggiatori e non usiamo molto l'auto. E proprio mentre stavamo prendendo in considerazione il Telepass stiamo sentendo un coro di lamentele. Un amico si è trovate scaricate tre entrate alla stessa ora (senza alcuna uscita) sulla Napoli-Salerno senza riuscire ancora a comprenderne le modalità. Altri hanno avute esperienze schoccanti contattando i servizi telefonici per gli utenti. Quindi, poichè ci bastano le rogne che ci procurano quotidianamente tutte le nostre "comodità", dal Bancomat alle carte di credito, dal Bancoposta online che si mette in standby senza una comprensibile ragione al digitale terrestre che si sfascia dopo un mese dall'acquisto, abbiamo deciso di soprassedere, almeno per ora, ad avvalerci del potente mezzo Telepass.
Continueremo a viaggiare con la nostra prepagata Viacard, visto che nel frattempo il resto degli italiani in coda è passato al Telepass lasciandoci sempre libero il varco. Unico fastidio, fermarsi a ritirare il biglietto.

11 commenti:

  1. tranquilla, la na-sa non prevede uscite quindi è normalissimo.sui tre ingressi in contemporanea sono un po' scettico. hai per caso possibilità di chiedere ai tuoi amici una scansione, solo di questa anomalia ovviamente, del dettaglio telepass?

    RispondiElimina
  2. grazie Marco, ora chiedo. Il mio amico ha scritto una mail a Telepass allegando gli addebiti, ma non so niente dell'esito. Ti faccio sapè

    RispondiElimina
  3. Presente! :)Francamente nonostante il "piccolo" inconveniente, il Telepass è una di quelle comodità alle quali non potrei più rinunciare, vuoi per il lavoro che faccio, vuoi per il risparmio di tempo e "pensieri" che comporta. Tutto stà nel verificare le fatture, cosa che prima - colpevolmente - non facevo.Allora, quelli del Telepass - Servizio Clienti - contattati via mail sono stati molto solerti nel rispondermi, si sono scusati per l'evidente malfunzionamento e mi hanno promesso di riaccreditarmi la (piccola) cifra alla prossima fattura o al massimo, alla seguente.Il casello "incriminato" era quello di Angri che sì, prevede pagamento per l'uscita!La registrazione era la seguente:26-05-2010 13.51.44 DIREZ.ENTRATA ANGRI CLASSE A 1,60€ripetuta per tre volte identica.Un'altra volta invece mi ha fregato il "furbetto del vespino", casello di Astroni, Tangenziale. Mi ha aspettato fermo davanti alla sbarra, sono arrivato io e gli ho aperto il passaggio, appena passato lui ovviamente la sbarra mi è caduta davanti e per "riuscire" ad uscire ho dovuto fare retromarcia e pagare un'altra volta. Francamente in quel caso (all'epoca erano 70cent) non ho avuto molta forza di andare a protestare, salvo augurare al "vespista" di stendere le proprie membra e budella alla prima macchia d'olio in curva, fra due autotreni carichi di letame!Francesco

    RispondiElimina
  4. Quando abitavo il Italia credo che avessi il Telepass dal 1999 o giú di li. Ancora una cosa per poche persone forse, non so. Comunque mai avuto problemi : ) Ma si puó pagare anche con la carta di credito / bancomat. Non si fa prima?

    RispondiElimina
  5. curiosamente le carte le usano in pochi, forse per paura che resta lì e non c'è essere umano che ti possa aiutare. Alla barriera di Roma Est è tutto automatizzato

    RispondiElimina
  6. Ma voi siete pazzi, la carta di credito nella macchinetta mangiasoldi???? ^___^Bukaniere

    RispondiElimina
  7. io l'ho fatto una volta sola, a Civitavecchia. C'era un casello che si pagava solo con le carte, là li schifavano i soldi. Ti giuro che ho tremato ma per fortuna ce la restituì

    RispondiElimina
  8. utente anonimo27 agosto 2010 14:30

    che sò i servizi schoccanti???

    RispondiElimina
  9. un help desk del cavolo, dove ti pigliano in giro anzichè dare risposte

    RispondiElimina
  10. per la cronaca,in Germania,Austria,Belgio,Olanda...i caselli NON esistono.in Austria si compra un bollino da attaccare sul para brezza, disponibile in vari tagli ovviamente.In Germania non si paga, nel senso che credo la pressione fiscale giustifichi autastrade gratuite e per fette senza casello.In Belgio ed in Olanda non so come si paghi, ma comunque i caselli non ci sono.in Italia...abbiamo il telepass, che per carità costando anche poco di casello.....ma è sempre una scemenza.addebiti multipli a me non sono mai capitati, in genere non da grossi problemi.il servizio clienti non lo conosco quindi purtroppo non posso dire nulla.c'è da dire che purtroppo, in molti casi (ad esempio per andare da Napoli a Roma) conviene di più spostarsi con l'auto che con i mezzi pubblici.complimenti alle scelte sciagurate di chi governa!

    RispondiElimina
  11. ho detto "costando poco di casello" magari fosse così!volevo dire costando poco di canone.

    RispondiElimina