Nisida

Nisida

domenica 5 luglio 2009

VUTTAMME 'E MMANE

Ogni volta che veniamo qui in campagna troviamo sempre scenari nuovi.
Stavolta il prato davanti casa era tutto coperto di trifoglio bello alto e relativi fiori. Le ruote dell'auto hanno lasciato due solchi, scamazzando un bel po' di piantine. E quando siamo scesi siamo stati accolti da un ronzio pazzesco di api che pascolavano sul trifoglio. Per un momento abbiamo pensato al campionato di calcio in Sudafrica, quello delle stramaledettissime trombette. Era tale e quale.
Poi subito abbiamo notato che il pruno che l'hanno scorso non ha fatto neanche un frutto, stavolta ha recuperato. I rami erano piegati fino a terra per il peso delle dolcissime prugne, che finiranno presto in marmellate e crostate.
Le altre, quelle gialle, non se le fila nessuno, sanno di acqua, per cui si sono meritato l'appellativo di "pisciazzelle".
Il difficile sarà convincere la D.M. a munirsi di scaletto e cogliere quelle più mature che come tutti sanno, stanno sempre in cima, facendo a gara con gli uccelli che si sono già mangiati tutti i fichi fioroni..
E poi c'è da cogliere le zucchine e i fiori da fare ripieni.
Qualcuno ci fa pure la marmellata con le zucchine, ma io non trovo il coraggio. L'ultimo esperimento strano lo feci l'anno scorso con i fichidindia: un vero schifo.
E allora, diamoci da fare, che domani arrivano i bambini.

4 commenti:

  1. Insomma vi date alla campagna : )

    RispondiElimina
  2. la marmellata di zucchine non mi fiderei a mangiarla, ma i fiori di zucchine ripieni sono una delle meraviglie che gli umani hanno inventato!

    RispondiElimina
  3. Gatto, tanto o campagna o mare o città, l'Arte una sola è. E anche gli uccelli predatori, sempre quelli sono.
    Viaggiano con loro.
    Vedi che domani s'inventa la composta di trifoglio flambè.

    RispondiElimina
  4. potrebbe essere un'idea, vista l'abbondanza della materia prima.
    Ci si potrebbe dare tranquillamente al vegeterianesimo se non ci fossero bestie varie a farci la lotta biologica.
    Stanotte tra i vari zampettamenti sul tetto, s'è sentito un tonfo terribile. Il contadino dice che sono uccelli, ma dal rumore deve essere atterrato o un gufo da 5 chili abbondanti o un'aquila reale. Meglio non uscire a guardare.

    RispondiElimina