Nisida

Nisida

mercoledì 27 luglio 2005

MADONNA AIUTACI TU

La Madonna si è data una mossa e per farlo ha scelto Acerra, la travagliata cittadina della provincia napoletana, da tempo in lotta per il rifiuto dell’inceneritore e già funestata dalla presenza della Montedison. Acerra ha un sindaco di Rifondazione comunista, Espedito Marletta, il quale in cuor suo spera che la Madonna dia loro una mano. Infatti dice che solo un miracolo puo’ salvare Acerra dall’ostinazione del ministro Matteoli e da Catenacci, commissario alla ‘mmonnezza.
Sembra che la statua della Madonna che si trova nella chiesa di San Pietro Apostolo da due settimane si animi e si muova. Sono state fatte anche delle riprese del “movimento” e i filmati sono ora all’esame dei tecnici della polizia scientifica su richiesta del Vescovado.

Ho saputo poi dell’esistenza di un Telefono Antiplagio e che il suo fondatore ha inoltrato denuncia alla Procura della Repubblica sulle strane animazioni della Madonna di Acerra.
Qui la copia della denuncia

11 commenti:

  1. ah... col cambio di template, da explorer non mi compare la barra di scorrimento orizzontale, da netscape sì.
    bacio
    almost

    RispondiElimina
  2. Secondo me la Madonna vuole andare via da Acerra, vuole scapparsene pure lei.
    Un tempo Raffaele Viviani diceva: si voglio fa 'a vita vac'a Acerra (mmiez'e galline). Più o meno.

    RispondiElimina
  3. Per quanto possa sembrare strano, visto che sono torinese, ho un ricordo nitido di Acerra. Nel 1987 lavoravo (più o meno, ma non scendiamo in dettagli) per una software house di Salerno e dovevo sviluppare del software proprio per la Montefibre di Acerra, quindi mi trovavo spesso a passare per quella ridente cittadina... Al tramonto diventava spettrale. Mi ricordava i villaggi sul confine messicano dei western di Sergio Leone. Certi dettagli sono rimasti scolpiti nella memoria, come la cabina telefonica davanti alla stazione, accuratamente demolita e lasciata in un ordinato mucchio di rottami per mesi alle intemperie. Una sera, mentre il direttore dei sistemi informativi della Montefibre mi dava un passaggio per la stazione, ci fermammo a chiedere indicazioni all'unica persona per strada, una ragazza che si avvicinò cautamente alla macchina solo dopo aver concluso che un ragazzo con un accento settentrionale difficilmente poteva essere un killer della Camorra.

    Lo stabilimento sembrava uscito da uno dei film del Professor Quatermass, B-movies britannici degli anni '50... All'ingresso c'era un lugubre tabellone che indicava i giorni trascorsi senza incidenti: non l'ho mai visto con un numero superiore a venti.

    Se la Madonna vuole fuggire da Acerra ha tutta la mia solidarietà, come pure il sindaco.

    RispondiElimina
  4. Troppo forte la denuncia :-)))
    Carolina

    RispondiElimina
  5. almost, che è la barra di scorrimento orizzontale?

    cmq da quel che ho visto ogni browser "fa 'a capa soja".
    Io ho Firefox e azzecca insieme le 2 colonne, con Explorer va tutto ok invece. Va' a capì.
    :-)

    RispondiElimina
  6. almeno questa è una madonna allegra. Fino a qualche tempo fa le madonne piangevano solo, e pure a sangue!
    Ma si sa, a Napoli la gente è allegra, e pure le madonne :-))

    RispondiElimina
  7. 'sto cacchio di splinder !!!
    prima non accetta i commenti e poi ne escono due.

    RispondiElimina
  8. Ma non sono identici: fra l'uno e l'altro ha cambiato code page... vabbé, la trascodifica dei caratteri ASCII.

    RispondiElimina