Nisida

Nisida

domenica 17 gennaio 2010

LA SAI L'ULTIMA DI BRUNETTA?




(AGI) - Roma, 17 gen. - Una legge per far uscire di casa i ragazzi a 18 anni. E' l'idea lanciata dal ministro della Funzione Pubblica, Renato Brunetta, commentando la condanna di un padre costretto dal giudice a pagare gli alimenti alla figlia ultra trentenne ancora fuori corso all'Universita'.
Secondo il ministro, i 'bamboccioni' "sono vittime di un sistema di cui devono fare il 'mea culpa' i genitori. Ho apprezzato Padoa-Schioppa quando ha criticato questa figura anche se in quel caso mancava l'analisi. I 'bamboccioni' ci sono perche' si danno garanzie solo ai padri, perche' le universita' funzionano in un certo modo, perche' i genitori si tengono i privilegi e scaricano i rischi sui figli. La colpa e' dei padri che hanno costruito questa societa'". Il ministro, nel suo intervento domenicale su Rtl, ha ammesso di essere stato un 'bamboccione': "A 30 anni non ero capace di farmi il letto. Fino a quando non sono andato a vivere da solo era mia madre che mi faceva il letto". (AGI)

Porello, c'ha ragione. Come faceva a farsi il letto se non c'arrivava?
Magari un bel tatami e si risolveva il problema, no?

1 commento:

  1. o anche una cuccia, perchè no? Io ce lo metterei pure adesso, pensa!

    RispondiElimina