Nisida

Nisida

mercoledì 30 settembre 2009

LOST IN WC

Oggi è arrivata la bolletta della TARSU, la tassa sulla monnezza, un vero ossimoro per ogni napoletano. E pure Equitalia, ex Gestline che gestisce l'incasso per conto del Comune è quanto di più inviso al popolo napoletano.
La novità è che il Comune ha approvato una delibera che prevede l'incremento della suddetta tassa del 60% rispetto a quella dello scorso anno. Il tutto in una città dove si continua ad essere incapaci a gestire il problema dei rifiuti.
Stamattina eravamo tutti parecchio incazzati e alcuni hanno preso appuntamento al CAF sottocasa con l'avvocato per un parere. Si parla di class action nei confronti del Comune.
Ma aldilà dell'incazzatura bisogna precisare una cosa.
Se il signore che oggi fa il compleanno decide di fare un regalo agli italiani abolendo l'ICI, ovviamente non ha fatto regali ai Comuni, che sono costretti a recuperare il maltolto attraverso nuove tasse o incrementando quelle esistenti. Et voilà.... la TARSU lievita ai limiti della decenza e ingloba la vecchia e cara ICI, che però risulta abolita.

Ma la più inferocita è una mia amica che vive a Pianura e non occorrono commenti. Vive in una casa piccolissima in un cesso di posto e fino allo scorso anno pagava 24 euro. Ora sono diventati 82 e non si capisce perchè.
E c'è qualcuno che parla ancora di gabbie salariali?





3 commenti:

  1. quando muore berlusconi? ti prego signore fallo crepare

    RispondiElimina
  2. Bisogna essere precisi, anonimo.
    Quello il Padreterno è un poco distratto, ultimamente sono morti Jackson e Bongiorno.
    Sai com'è, siamo sempre nel campo dello spettacolo.

    RispondiElimina
  3. utente anonimo3 ottobre 2009 19:39

    A me la letterina è arrivata solo ieri a coronamento di una settimana di m....! Ma non si può fare una rivolta? (326,00 euro e, no, non vivo in una reggia e no, non divido casa con un esercito)
    Simolarana (incazzata)

    RispondiElimina