Nisida

Nisida

martedì 12 maggio 2009

UN ALTRO CHE SE NE VA

Questa mattina ho incontrato una vecchia amica. Non la vedevo da qualche mese.
Mi ha detto che suo figlio ieri è partito per Milano, lo hanno accompagnato alla stazione con valigie e valigette. Deve restarci un anno per un master al Politecnico ma lei ha detto che di sicuro non tornerà, troverà lavoro lì a fine corso, è quasi garantito.
Questo giovane laureato ha la stessa età di mio figlio, sono cresciuti insieme dall'asilo, poi come capita spesso, alle superiori si sono persi di vista. Hanno scelto facoltà diverse, lui Chimica mio figlio TLC.
Era molto giù la mia amica e quasi si vergognava.
Ma anche a me è capitato. Ormai sono quasi due anni che il mio è partito e solo poco tempo fa ho realizzato che qui non tornerà.
A Napoli non c'è nulla che faccia sperare in un futuro diverso e i giovani se ne vanno.
Diventerà presto un paese per vecchi e camorristi.

16 commenti:

  1. non esagerare. i camorristi non possono far fare tutto ai vecchietti... :-))
    Carolina

    RispondiElimina
  2. "Ormai sono quasi due anni che il mio è partito e solo poco tempo fa ho realizzato che qui non tornerà"

    ...e quello che ogni venerdì sera bussa alla porta di casa allora chi è?
    L'amante giovane?

    RispondiElimina
  3. Non bussa, ha le chiavi. E poi che c'entra? Il venerdi vedo le sue camicie, qui viene solo a dormire a notte fonda, rivoluziona tutta la disorganizzazione familiare e la domenica sera salpa.
    Cerco di incoraggiarmi dicendo che se si sposa o va a convivere, lo stesso se ne va. Però almeno non vedrei le camicie, passerebbero di mano, o no?

    RispondiElimina
  4. Però nei panni della madre dell'emigrante "carne 'e maciello" ti ci vedo.
    E che fa Assuntulella? Chiamma?
    E a tavola che fate in assenza?
    Mettite 'o piatto suo?

    Del resto con una mamma così " lirica" che deve fare un povero figlio.
    L'unica è una ragionevole distanza, con qualche breve intervallo per la lavanderia.

    RispondiElimina
  5. guarda che il blog è strettamente confidenziale. Se lo leggesse mi disconoscerebbe come madre, come faceva ai tempi del liceo perchè ero amica di un paio di insegnanti. Quindi niente censura ai "lirismi".

    RispondiElimina
  6. Un pochino pero' Sedlex ha ragione, io le rimanderei indietro le camice, ci mancherebbe pure! E gliele lavi?

    Comunque per la Napoli di vecchi e camorristi... uhm mi sa che una parte di popolazione si sentirebbe molto a sua agio.

    RispondiElimina
  7. eccerto che le lavo, c'aggia fà?
    vabbè, un momento di sconforto... mo' mi passa.
    E' che ho sentito Nicolais dire che conta molto per la campagna elettorale sull'appoggio di Bassolino. Hai capito? E pure qua il nuovo che avanza.

    RispondiElimina
  8. Senti non potresti tenerti il momento di sconforto ed evitare di trovare da ridire su Gino Nicolais per una frase di circostanza?
    ( Intanto Basolino non è candidato alle europee - hate to say i told you so - se avessi scommesso con ogni testolina che da fonte sicurissssssssssssssima dava per certa la candidatura di Bassolino, sarei ricchissima)

    RispondiElimina
  9. no, lo sconforto è dovuto proprio a lui.
    Dopo tutti i casini che hanno fatto questa dichiarazione se la poteva sparagnare.
    Eccerto che non va in Europa, gli hanno spalmato l'attack sulla poltrona regionale.
    (guarda che lo disse prprio lui che anche se andava in Europa ci stava lo stesso vicini)
    Ora si scopre che è così forte che può persino dare una mano a Nicolais. Io sono veramente schifata, sed

    RispondiElimina
  10. Beh l'ipotesi originaria era quella di evitare di consegnare la regione alla destra con le dimissioni due anni fa.
    Non c'è bisogno di colla, finisce il mandato.
    Cioè evita altri sfracelli.
    O vi piace di più la Carfagna? O chi per lei..
    Quanto alle dichiarazioni si rendono anche per evitare che l'indubbia ruggine tra i due, non appaia come un segno di litigiosità che in campagna elettorale significa punti per l'avversario che mi pare non ne abbia di bisogno. E per responsabilizzare il rivale...
    Schifata? Oh beh, in politica è il minimo.

    RispondiElimina
  11. qua con l'aria che tira sarebbero capaci pure di votare la Carfagna.
    Un dignitoso silenzio al posto di quella dichiarazione sarebbe stato più apprezzato.

    RispondiElimina
  12. Da te e da altri.
    Ma Bassolino vanta ancora "qualche" sostenitore. Meglio evitare che si straniscano.Credo che Gino Nicolais abbia dato, nei fatti, segnali di controtendenza sufficienti. Altrimenti qui valgono le chiacchiere e non quel che si fa.

    RispondiElimina
  13. Vecchi, camorristi e... Bukaniere, che non ha avuto la "fortuna" di andarsene. I miei amici la chiamano "scelta di vita", ma dimenticano che semplicemente non m'è andata bene.

    Bè, meno male che non l'ho vista io la tua amica in lacrime se no... Sai dove l'avrei mandata???

    Meglio un figlio disoccupato a casa forse?

    RispondiElimina
  14. Hai già detto tutto nel post. Finche gli onesti non riusciranno a organizzarsi diversamente a Napoli non ci sarà un futuro per i giovani.

    RispondiElimina
  15. quindi io sono vecchia o cammorrista?

    RispondiElimina
  16. Rosy, vecchi lo diventeremo tutti, camorristi sicuramente tanti, con l'aria che tira qui riapriranno presto gli uffici collocamento, come una volta a Vigliena per il contrabbando di sigarette.

    RispondiElimina